The Social Club

PICCOLO RIASSUNTO DELL’ESISTENZA DEL NAVELLI SOCIAL CLUB

Nella prima meta` degli anni settanta la nostra comunita` Navellese di Toronto si ritrovava un po` dispersa nelle varie zone della citta`, lontano da quello che era stato il nido sin dai tempi quando i primi nostri compaesani arrivavano dal  paese e di dove quasi giornalmente ci s’incontrava o vi si scambiavano frequenti visite nelle modeste ma accoglienti  abitazioni, per rivivere le buone amicizie del paese.

Con questi spostamenti e col  crescere  di nuove famiglie le buone abitudini ed amicizie  venivano a mancare.  Fu questo  uno  stimolo a creare il  N.S.C. per  riunire la nostra gente e celebrare le nostre tradizioni insieme come nel  paese.  Nel 1973, a  seguito di qualche discorso fra amici e qualche piccola  ricerca, Loreto Palmerio e Pietro Angelone, invitarono alcuni Navellesi ad una riunione a casa di Pietro Angelone, per esprimere l’idea e allo stesso tempo consigliarsi, per rilanciare lo spirito della comunita` Navellese.  L’idea venne ben accettata  e cosi` si susseguirono altre riunioni, formando un piccolo comitato,  che s’impegno` ad organizzare la prima manifestazione sociale.  Da buon Navellesi fedeli alle tradizioni  scelsero di onorare il patrono San Sebastiano, a buon auspicio per tutti.  Infatti nel gennaio 1974 il giorno della festa di S. Sebastiano, quasi tutti i Navellesi di Toronto festeggiarono per la prima volta in questa  citta`, una grande manifestazione di fede e di cultura, con santa messa in onore del santo, seguita da una  bellissima cena con ballo e tanta allegria.

Il buon esito di questa prima manifestazione e l’aprezzamento da parte della gente, fu` d’incoraggiamento ad organizzarsi a far di piu`.  Nelle successive riunioni, con un buon numero di partecipanti si discussero le varie alternative per creare un’ associazione, e cosi` fu dato il nome di Navelli Social Club di Toronto, intitolato a S. Sebastiano, al quale ogni anno viene celebrata in suo onore la festa d’anniversario.  Si comincio` cosi` a stabilirsi, organizzando tre feste all’anno, Gennaio-Maggio-Ottobre, ed a studiare lo  statuto regolatore per prepararsi alla registrazione presso gli archivi del governo provinciale dell’Ontario. Ad opera di Ezio D’Ercole e dall’appoggio del comitato, si venne a rettificare uno statuto alquanto completo e dettagliato,  cosi` nel 1975 il N.S.C. divento` un’associazione approvata dal governo.  Negli anni successivi con l’incremento del numero dei membri e l’esigenze, oltre alle tradizionali feste si propongono nuove iniziative, quali il bowling ed i picnic.  Negli anni 80 oltre alle consuete attivita` s’intraprese un’iniziativa alquanto diversa, cioe` di organizzare un ritorno di gran numero a Navelli per le celebrazioni del 17º centenario della morte di S. Sebastiano.  A porgere l’invito, furono il sindaco di Navelli Dott. Giuseppe Torlone, ed il parrocco Don Renzo Narduzzi, giunti in visita a Toronto, quali ospiti onorati del N.S.C..  Fu un ritorno d’emozioni e di cari ricordi specialmente per alcuni che mancavano da diversi anni. 

Nell’ultimo decennio il club ha raggiunto una maturita` di adattamento ai tempi moderni, grazie alla presenza di alcuni nostri giovani nel comitato esecutivo.  Infatti con le elezioni alle cariche dei giovani, lo statuto e` stato aggiornato e con esso il tesseramento e nuove attivita`.

Un passato alquanto solido; possa cio` essere d’incoraggiamento per un futuro altrettanto promettente.